La Wonderbra vuole anche le tue tette




Per la nuova campagna pubblicitaria la Wonderbra, famosa ditta di reggiseni, chiede a 1,000 donne di partecipare attivamente

Un esempio di marketing partecipativo? Di semplice coinvolgimento delle persone comuni nella pubblicità (anche se nel sito più avanti si può leggere che verranno coinvolte anche delle celebrità)? O esperienza del prodotto?

Se vi state chiedendo cosa vogliono fare ecco svelato il mistero

"From the many pictures taken we’re planning to create the biggest collection of boobs ever seen"

si avete capito bene, almeno se il mio inglese non fa cilecca

Intendono creare la più grande raccolta di tette mai vista,

Come? Fotografando le ragazze che decideranno di partecipare.
Le foto poi verranno visualizzate su un enorme cartellone in centro a Londra.

Ma non è tutto visto che alla Wonderbra, tengono alle tette delle donne, parte delle foto saranno utilizzate per realizzare il calendario 2009 a sostegno dell'associazione contro il tumore al seno.

Non si sono fatti mancare proprio nulla, hanno anche creato un video che raccoglie le immagini degli oggetti con cui vengono "amichevolmente" chiamate le Tette (brocche, cuscini... alcuni non li avevo mai immaginati... ah questi inglesi)

Il video lo trovate qui

Sicuramente credo che questa campagna susciterà diverse reazioni, ma avere qualcosa come 1000 agenti attivi di marketing (ad un costo irrisorio) che parlano positivamente del prodotto diffondendo il messaggio tra le loro amicizie porterà sicuramente giovamento alla Wonderbra.

Quindi, uomini e donne, (ovviamente per ragioni diverse) se proprio non sapete cosa fare sabato 28 luglio, potete sempre fare un capatina a Londra

Una domanda però mi sorge spontanea ma le donne avranno tutto questo interesse a mostrare le loro tette?

Voi cosa ne pensate?

2 commenti:

Marketing e Formazione ha detto...

Bello il video. Sesso ed ironia sono da sempre i miglio catturatori d'attenzione. Son riusciti a fare una cosa tutt'altro che volgare e mi pare proprio a bassissimo costo. Ebbravi...

Massimo Falcone ha detto...

Anche a me non è dispiaciuta, anche se credo che una grossa fetta del pubblico femminile non sia proprio d'accordo con l'intenzione della Wonderbra di creare la più grande raccolta di tette mai vista.

Ma posso anche sbagliarmi... Resto in attesa di commenti dal pubblico femminile...

A proposito Ignazia cosa ne pensa?

Post più popolari