Marketing non olet...l'importante è comunicare oppure no?

Esiste il conflitto di interessi nel marketing?

La domanda non nasce "a capocchia" come direbbe una persona che stimo molto, ma ha un suo perché.

Partiamo dall'inizio:

Sono rimasto molto colpito dalla campagna di comunicazione di Amnesty International che sfrutta immagini legate ai giochi olimpici (i prossimi si svolgeranno a Beijing) e immagini legate alla tortura.




A mio parere una bella ed efficace campagna di sensibilizzazione accompagnata dallo slogan

"After the Olympic Games, the fight for the Human Rights must go on"

Dopo le Olimpiadi, la lotta per i diritti umani deve andare avanti

La campagna è stata realizzata dalla TBWA di Parigi e fin qui niente di che, ma ecco la sorpresa

La stessa compagnia, la TBWA, ma questa volta di Shanghai, ha realizzato una campagna di comunicazione per l'Adidas accompagnata dal famoso slogan

"Impossible is nothing."





Belle immagini che richiamano allo sport e all'orgoglio e al coinvolgimento (supporto) nazionale.

Un dualismo per queste due campagne di comunicazione visiva
  • Due messaggi molto diversi tra loro
  • Due visioni molto distanti dello stesso evento
  • Due visioni molto diverse della Cina
Adesso che conoscete i fatti vi ri propongo la domanda iniziale:

Esiste il conflitto di interessi nel marketing?

La TBWA poteva realizzare le due campagne pubblicitarie o avrebbe dovuto rifiutarne una?

Per quanto mi riguarda ha fatto bene a realizzare entrambe le campagne (anche se avrà sicuramente dei problemi, come riporta anche questo articolo del Wall Street Journal)

Si tratta di un professionista che ha realizzato due splendidi lavori.
Sta poi ai principi dell'agenzia decidere quali lavori accettare e quali no.

Ma la domanda iniziale rimane e come sempre aspetto le vostre risposte

Grazie a Marco Mehmet Moretti che commentando questo post su Facebook mi ha fatto notare, che a suo parere, in questo caso non esiste un conflitto di interessi.

Credo che il problema in parte dipenda dalla definizione di Conflitto di Interessi

Secondo la definizione di Wikipedia
"Si verifica un conflitto di interessi quando viene affidata un'alta responsabilità decisionale ad un soggetto che abbia interessi personali o professionali in conflitto con l'imparzialità richiesta da tale responsabilità, che può venire meno visti i propri interessi in causa."

E utilizzando questa definizione non si scorge un conflitto di interessi

Secondo il dizionario Giuridico Giuffrè
Conflitto di interessi può dirsi:
"la situazione in cui si trova una persona quando a causa del ruolo, della carica o dell’ufficio ricoperto debba compiere uno o più atti che risultino sfavorevoli per sé o per un’altra persona con cui sia in rapporto (di lavoro, affettivo ecc.)"

E utilizzando questa definizione credo proprio che il conflitto di interessi sia rilevabile, visti anche gli effetti negativi della doppia campagna come riportati dal Wall Street Journal

Quale è la vostra opinione?

2 commenti:

Giuseppe Sisinni ha detto...

Sono molto d'accordo con il titolo, nel senso che un'agenzia è per definizione al soldo di qualcuno; una volta, poche, Amnesty, un'altra volta, tante, la multinazionale di turno.

Piuttosto io mi chiedo: come mai hanno realizzato lo spot per Amnesty International a Parigi e la campagna Adidas a Shanghai? Sarebbe stato possibile invertire i lavori?

Massimo Falcone ha detto...

Interessante domanda Giuseppe, non credo che sarebbe stato possibile invertire i lavori (come si capisce leggendo la citazione sotto) ma sarebbe stato interessante vedere l'eventuale risultato dal punto di vista dell'agenzia di Shanghai.

La cosa che mi lascia interdetto è (riporto fedelmente dall'articolo del Wall Street Journal)

"TBWA's headquarters in New York said it wasn't aware of the campaign. "Had TBWA management known about this ad, not only would the ad not have been entered into an award show, but it would not have been produced," said Tom Carroll, chief executive of TBWA Worldwide. "This is the action of one individual at our agency working on a pro bono account." He said the agency is investigating the matter and will take appropriate action to "ensure this never happens again."

Spero che queste dichiarazioni siano state solo una forma di giustificazione per limitare gli effetti negativi.

Post più popolari